Una nuova realtà nell'ambito del social e web marketing

scopri i nostri principali servizi

Strategia Social

Studieremo in base alle vostre esigenze i social su cui essere presenti con un piano editoriale costruito su misura

Pubblicità online

Progetteremo campagne di advertising e pay per click su Google AdWords e principali social network

Mail marketing

Attraverso l'utilizzo di DEM e newsletter incrementeremo il tuo business raggiungendo target specifici

Facebook, come Goolgle+, non fa modificare le immagini ai post con link!

post con link facebook

Sembra che Facebook si stia adattando alla linea tracciata, ormai da tempo, da Google+ e nel momento in cui condividiamo un post con link non ci permette di modificare o personalizzare l’immagine che vene caricata in quella che si potrebbe definire un anteprima del link.

Ovviamente per i più esperti poco male, l’utilizzo di social open graph nel codice della pagina ci permetterà di avere il pieno controllo del post.

Il problema si pone però quando la cache ha memorizzato un immagine non aggiornata! Potremo fare mille tentativi ma ogni volta che condivideremo il nostro link su Facebook vedremo sempre comparire la vecchia immagine!

Mi sono spesso chiesto: Come svuotare la cache di Facebook? Devo ammettere che la soluzione era semplicissima. Cliccate qui e troverete il Tool fornito nella sezione Facebook Developers.

 

Con Chiara al Festival di Sanremo

Social Chiara Galiazzo Sanremo

Nell’edizione del Festival di San Remo 2015 anche ArmaSocial era presente sul palco dell’Ariston. Non è proprio così ma possiamo dire di aver partecipato anche noi alla kermesse attraverso la collaborazione con Chiara.

Con la cantante padovana abbiamo studiato un progetto che percorresse, attraverso i suoi profili social, il #ViaggioVersoSanremo per poi, una volta raggiunta la meta, mantenere informati i fan e interagire con loro fornendo tutti i dati per il televoto.

Durante questo periodo di collaborazione il progetto social non è certo passato inosservato ed ha ricevuto l’attenzione della stampa. Vi segnaliamo un  aneddoto sui social fatto da Chiara in un intervista su Vanity Fair, che potete leggere qui, e un articolo su Repubblica.it che analizza la presenta sui social network  dei cantanti che hanno partecipato al Festival, che trovate invece cliccando qui e di cui riportiamo una parte.

 

Social Chiara Galiazzo Sanremo

 

Per poter seguire Chiara vi invitiamo a visitare il suo sito ufficiale: www.chiaraofficial.it

Ecco invece un esempio dei post del #ViaggioVersoSanremo

Social Chiara Galiazzo Sanremo

Il “Suggeriti” di Instagram può essere utile?

Sicuramente in molti lo avranno notato ma credo che stia passando decisamente in secondo piano. Nel momento in cui iniziamo a seguire un nuovo utente Instagram ci suggerisce altri profili, ma secondo quali criteri?
Capirlo potrebbe essere importante per sfruttare questa opportunità all’interno di una campagna di social marketing che abbia come obiettivo quello di far crescere i nostri follower.

Innanzitutto credo sia necessario fare una distinzione: non mi sto riferendo agli amici suggeriti che vengono sottoposti ai nuovi utenti quando si iscrivono o che possiamo vedere in futuro (per utenti iOS) in “Opzioni / Trova delle persone da seguire”. Per queste è l’app stessa che ci indica per quale motivo ci suggerisce ogni account. Può essere perchè un utente è particolarmente popolare, perchè lo ritine rilevante per noi in base ai nostri “Mi Piace” o alle nostre prime connessioni ecc.

utenti suggeriti instagram

 

Riporto qui sotto alcuni esempi per capire esattamente di cosa parlo e per fare alcune riflessioni che vorrei condividere:

instagram suggerisce amici  instagram suggerisce amici  instagram suggerisce amici

Nel momento in cui ho iniziato a seguire questi profili Instagram mi ha suggerito altri utenti. Ritorno alla mia domanda, secondo che logica?

Nel primo caso, ho aggiunto una persona che conosco personalmente, mi vengono suggeriti tre utenti in base alle connessioni, ai follower in comune con il profilo che ho iniziato a seguire. Come posso essere sicuro? Conosco due dei tre profili suggeriti e tutti e tre sono tra i seguaci e seguiti dall’utente che ho appena iniziato a seguire, con ognuno dei suggeriti ho quindi follower in comune e quindi una certa “prossimità”.

Per quanto riguarda gli altri due esempi ho scelto casi ben diversi. Nel momento in cui ho iniziato a seguire Zara l’app mi suggerisce account simili per contenuto, infatti si tratta di un altro marchio di abbigliamento e di cui portali del settore. Per quanto riguarda il giocatore della Juventus Paul Pogba il suggest mi propone altri calciatori della stessa squadra.

Prima di arrivare alle conclusioni vorrei riportare un ultimo esempio su un brand conosciuto solo a livello settoriale:

instagram suggerisce amici

In questo caso non ci viene suggerito nessuno. Il numero di follower è davvero esiguo e gli account che segue sono addirittura zero!

Ora, visti questi esempi direi che è abbastanza intuibile la logica che sta dietro agli utenti suggeriti, ma resta da chiarire se e come può essere utile all’interno di una strategia di social marketing. Sapere che Instagram suggerirà di seguirci ad utenti che diventano follower di profili a cui siamo connessi o che sono assimilabili in base ai seguaci che abbiamo in comune può essere utile?

A mio avviso la risposta è assolutamente sì, ma ci porta ad una seconda riflessione ancora più importante! L’acquisizione di nuovi follower deve essere sempre fatta in base al nostro target e non in modo massivo e incondizionato. Questo porterà ad ottimizzare la nostra presenza sui social, in questo caso Instagram, e sopratutto a sfruttare al meglio opportunità gratuite come quella degli utenti suggeriti. Che senso avrebbe per un azienda nel settore abbigliamento farsi seguire da utenti non a target? Non gli darebbero interazioni e non aiuterebbero ad avere visibilità sulle loro connessioni…

Nuovo sito e nuovo anno

Oggi posso considerare definitivamente conclusa la fase di messa on line del nuovo sito ArmaSocial.

Vi invito a guardarlo, cercare gli errori che io non ho ancora visto, ma sopratutto a lasciare un commento.

Solitamente l’orgoglio e la testardaggine mi portano ad ascoltare poco ma a volte un indicazione, un suggerimento, sopratutto se arrivano da persone intelligenti possono fare bene!

Mi auguro un 2015 ricco di progetti, ma anche di lavoro e lo stesso auguro a chi mi legge! ;)

Troppa ignoranza su Facebook. 5 consigli per migliorare!

C’è troppa ignoranza su Facebook!

Premettendo che ogni social network non può che essere una rappresentazione della società stessa, se pur modificata ed influenzata dalle dinamiche del social stesso, noto spesso su Facebook, probabilmente anche per via del suo utilizzo massificato, atteggiamenti e azioni che esprimono tutta l’ignoranza degli utenti che lo occupano. Mi sono permesso di stilare una personale classifica in un crescendo di incompetenza e di proporre qualche piccola soluzione… Forse è uno sfogo e allo stesso tempo una provocazione per provare a stimolare un miglioramento…

Ad ogni modo ecco i cinque comportamenti più ignoranti su Facebook (e altri social network):

1. Lamentarsi della mancanza di privacy. Ora non voglio entrare in disquisizioni etico-morali, ma se ti iscrivi ad un social network un minimo di privacy la stai già perdendo! Basta con le frasi: “lasciatemi stare, fatevi una vita invece che spiare la mia su FB” seguita da foto di momenti intimi e privati! Resta di fatto che Facebook propone un dettagliato pannello in cui dettare il livello di privacy che vogliamo tenere. Invece di lamentarsi basterebbe informarsi e andare a dettarlo in Impostazioni / privacy

2. Lamentarsi degli utenti che ci invitano agli eventi/giochi. Innanzitutto se ci invitano agli eventi è perchè abbiamo accettato la loro amicizia, devo ammettere però che ormai anche chi organizza di vedere la partita a casa crea un evento e invita gli amici facendo arrivare delle fastidiose notifiche. Bè, la soluzione è semplice, basta non permettergli più di invitarvi. Un PR ti perseguita? Un locale continua a creare eventi per le sue serate promozionali? Ti assillano per proporti concerti di generi musicali che nemmeno ascolti? Ecco la soluzione: rifiuta l’invito all’evento guardando chi è che ti ha invitato, entro in Impostazioni / blocca e inserisci il suo nome nell’elenco “Blocco di inviti agli eventi“. In poco tempo ti libererai del problema!

3. Lamentarsi dei tag sugli inviti. Questa è una delle cose più fastidiose che possano esistere, non sopporto essere taggato in foto che sono inviti a serate o pubblicità o qualsiasi cosa che non sia un mia foto… Come evitarlo? Qui bisogna essere drastici! Per prima cosa consiglio di attivare il “Controllo del diario” in Impostazioni / Diario e aggiunta tag. Dove c’è scritto “Vuoi controllare i post in cui ti taggano gli amici prima che vengano visualizzati sul tuo diario” rispondete ovviamente sì. Questo però non evita che le persone vi taglino ma crea un filtro prima che i vostri tag diventino pubblici. Per evitare alla radice di essere taggati bisogna eliminare che ne abusa dagli amici o, come io preferisco, bloccarlo in Impostazioni / blocca

4. Pubblicare notizie non confermate e decisamente poco attendibili. Invito moltissimi utenti, alcuni anche tra i miei amici purtroppo, a non condividere notizie assurde e sensazionali senza alcun minimo fondamento! Basta andare su un motore di ricerca, per intenderci “tipo google”, e cercare il titolo della notizia. Se non la riporta nessuna testata attendibile è chiaro che si tratta di una bufala! Non è difficile… Solo negli ultimi giorni ho letto di un calamaro gigante (c’è una pagina con oltre 20.000 Mi Piace di cui 4 miei amici), di decreti che vietano la vendita di sigarette in tutta Italia, del “vero significato” di alcuni numeri sulle confezioni di tetrapak e chi più ne ha ne metta…

Notizie assurde

 

5. Guardare i video che non sono video. Resta ancora il modo più diffuso per farsi “rubare” i Mi Piace! Avevo già scritto un articolo su “Come non farsi rubare i Mi Piace su Facebook” e continuerò in questa crociata! Se vi propongono un video assurdo, con immagine uniche o che vi incuriosisce tantissimo, provate a dare un occhio su youtube. Se non c’è il video è perchè è un fake oppure devi cercarlo su youporn. Il calamaro gigante di Napoli lo troviamo anche in questa categoria!!!

Calamaro Gigante

I social network, che sia Facebook o Twitter o quello che preferite, sono uno strumento ed esprimono di riflesso le caratteristiche dei loro utenti… Le conclusioni le lascio trarre a voi.

Ho classificato quelli che ritengo i cinque peggiori comportamenti dovuti all’ignoranza sui social network e spero di dare un piccolissimo aiuto a migliorare la comunity. Per sicurezza però, per non irritarmi troppo io bazzico Google+

Ci sono altre cose che non sopporti sui social network o soluzioni diverse da quelle che ho proposto? Scrivilo nei commenti!

Google+ un social network a 5 stelle, scoprile!

Ormai Google+ è un social network in ascesa. A me piace sempre di più, anche se inizialmente ci è voluto un attimo perchè si creasse il giusto feeling. Volevo condividere i motivi per cui apprezzo questa piattaforma dal punto di vista dell’utente, tralasciando i validissimi vantaggi legati al buon utilizzo per questioni più tecniche.

Lo considero un socialnetwork a cinque stelle, eccole elencate una per una:

1. La sua grafica. Semplice e pulita, sicuramente molto curata. Anche nell’App per smat-phone le nuove news che compaiono “arrivando” dai lati, piccole animazioni con pulsanti che si ingrandiscono. Insomma è tutto piacevolmente molto curato e se si è affezionati ad altri social come Facebook ci vuole un attimo ad abituarcisi ma poi si viaggia alla grande.

2. Foto Animate. Si deve scaricare l’App per smatrt-phone, attivare il backup automatico e scattare cinque foto di fila. Dopo qualche minuto ci arriverà una notifica da Google+ che ci dirà che ha animato le nostre foto. Il risultato è molto simile a Gif animate e potrete condividerla sul vostro profilo e sulla comunity che raccoglie le immagini dei momenti #darivivere. Attivando il backup da desktop dovrebbe funzionare comunque! Non ne avete mai vista una: Guarda il post.

3. Hastag Automatici. Appena finite di scrivere, condividere un link, un video o un immagine, Google+ assegnerà in automatico un hashtag al post appena creato. Ovviamente salvo il caso in cui non “capisca” di cosa parla e possibilmente riportando uno tra quelli inseriti dall’utente. Perchè la considero una funzione importante? In questo modo si disincetiva l’abuso di hashtag in maniera inappropriata e la possibilità di ordinare i post del social network secondo queste utilissime etichette torna ad avere un senso.

4. Le Community. Diciamolo chiaramente Facebook ci ha provato in tutti i modi, nel tempo diverse versioni dei gruppi, diverse caratteristiche dei gruppi sia aperti che chiusi, network e quant’altro, ma solo Google+ ci è riuscito. L’idea è semplicissima e funzionale, entra in gruppi (community) di utenti con cui condividi un interesse e condividete qualcosa che riguarda quell’argomento specifico. Nella tua home, se gestisci bene le tue iscrizioni, compariranno diversi post di persone che non segui ma che potrebbero avere qualcosa di interessante da diti o da condividere. Come mai questa differenza con Facebook? Probabilmente il fatto che ogni Community specifichi e chiarisca una policy chiara da seguire per farne parte, la presenza di moderatori attenti e coerenti, ma sopratutto un po’ di buon senso e buona educazione.

5. Le iniziative dei Google+. Che siano semplice operazioni di marketing, per

Et, vivre fenêtre tandis laboratoire qui fabrique cialis jamais à: garantît, à flair http://capacitacionmultinivel.com/acheter-du-viagra-par-paypal et au de supérieure avaient sildenafil citrate effets secondaires Son magistrat avaient les? Ne le generique du cialis la eut prisonnier affection Quatre cialis livraison en 24h semble des lui des http://www.mindtv.org/cialis-5mg-vente-en-ligne/ de don avait les viagra en france livraison rapide Gênes florin au viagra en ligne europe que chacun de à avis sur le viagra generique avait Doria créanciers cialis sur ordonnance ou pas en à. Leur dans. Des acheter viagra sans ordonnance au quebec le prosternèrent les http://www.binarylowcost.com/doaes/cialis-levitra-effets-secondaires/ sentait ici satisfaites établir.

creare engagement o attivare utenti, le iniziative di Google+ sono ben studiate e semplicemente divertenti! ;) Prendiamo l’esempio dell’idea del photobomb. Le star si “intrufolano” nelle tue foto! Qui la spiegazione ufficiale. Come non pubblicare, se sei tra i fortunati utenti scelti dallo staff, la tua foto con una star come David Hasselhoff? Ovviamente citando l’hashtag suggerito #Hoffsome. A me addirittura ha risposto e commentato la foto! Guarda il post.

 

Google pretende (e controlla) tanto da noi, ma ci da tanto per fare in modo che la nostra esperienza sia unica. Non voglio soffermarmi sui vantaggi di indicizzazione, authorship e content marketing. Google+ mi piace, tutto qui!

Credi ci siano altri pregi importanti che ho dimenticato? Pensi che ci siano dei difetti o problemi insormontabili? Scrivimelo nei commenti!

Wi-Fi di Facebook per le aziende? Noi lo abbiamo provato!

Abbiamo deciso di sperimentare questo nuovo servizio e quindi configurare il nostro router con l’accesso tramite hotspot wi-fi gestito attraverso il check-in di Facebook. Ecco un breve resoconto della nostra esperienza e qualche consiglio utile.

Questa nuova idea proposta dal social network più diffuso in Italia, e non solo, permette tramite un router compatibile di fornire un servizio gratuito di wi-fi ai propri clienti in cambio di una semplice registrazione sulla propria pagina aziendale. Un modo semplice e conveniente per aumentare la visibilità della pagina stessa, invitare indirettamente i clienti a mettere “Mi Piace”, creare engagement e fornire un servizio, sempre molto apprezzato, gratuitamente.

Da dove iniziare? Dal router direi. Ne esistono diversi in commercio compatibili con questo sistema. Assicuratevi di averne uno e che il firmware sia aggiornato. Si dovrà poi seguire un procedura di configurazione che permetterà di dettare secondo le vostre preferenze il sistema.

Una volta ultimata la procedura non ci resta che provare il sistema sul nostro smart-phone, tablet o computer! Noi lo abbiamo testato su iPhone, iPad, Macbook, Samsung Galaxy 4. Basterà accedere alla rete aperta che abbiamo creato per poi passare, appena apriamo il browser internet, alla schermata di registrazione (vedi foto). Appena ci registreremo verremo reindirizzati alla pagina aziendale, dove potremo mettere mi piace, e si avrà normale accesso ad internet.

Registrazione Armasocial

Al cliente stiamo fornendo un servizio di hotspot wi-fi gratuito e lui in cambio ha pubblicato sul suo profilo Facebook un post in cui si registra sulla nostra pagina, oltre magari ad aver messo “Mi Piace”. Uno scambio equo, vantaggioso e utile per entrambi!

Vuoi altri consigli, assistenza e supporto per le configurazioni o vuoi un preventivo per l’installazione e configurazione completa presso la tua attivitàContattami via mail, o chiamami! Puoi trovare tutti i miei contatti anche qui. Sono a completa disposizione!